Messaggio
Giovedì 31 Ottobre 2019 15:59

Artissima 2019

  • Valuta questo articolo
    (0 Voti)

    L’Oval del Lingotto Fiere a Torino ospita Artissima, internazionale d’Arte Contemporanea giunta alla sua ventiseiesima edizione.

    Dall’1 al 3 novembre 2019 il programma, tanto vasto quanto ricco, proporrà ai visitatori artisti di caratura e grandi ospiti. Sei i riconoscimenti che verranno assegnati nel corso dell’edizione 2019 della fiera.

    Il Premio Illy Present Future, giunto alla sua diciannovesima edizione, viene assegnato da Illy caffè all’artista ritenuto più interessante nella sezione Present Future. Il vincitore della scorsa edizione è Pedro Neves Marques. Una sua personale verrà inaugurata al Castello di Rivoli, Museo d’Arte Contemporanea in occasione di Artissima.
    Il Premio Sardi per l’Arte Back to the Future ,nato nel 2014 dalla partnership con la Fondazione Sardi per l’Arte, intende valorizzare una delle sezioni più innovative dedicate a monografiche di qualità museale di artisti attivi negli anni 1960–1999.
    Il Premio Refresh promosso da Irinox, è dedicato alla sezione disegni.Inaugurato nel 2017, celebra l’artista che meglio esalta in chiave contemporanea l’immediatezza espressiva del disegno.
    L’OGR Award,alla sua terza edizione, è il premio della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT finalizzato nel 2019 all’acquisizione di un video selezionato tra tutte le proposte delle gallerie partecipanti ad Artissima.
    Il Campari Art Prize consolida la partnership tra Artissima e Campari Group, il premio è dedicato a un artista under 35 tra quelli presenti nelle diverse sezioni della fiera, selezionato per la forza comunicativa e la capacità narrativa del suo lavoro artistico e infine lo storico Premio Ettore e Ines Fico. Per quest’ultimo la direzione artistica del MEF selezionerà un giovane artista italiano tra quelli presentati in fiera che, distintosi per la poetica della sua ricerca creativa, otterrà la possibilità esporre negli spazi del MEF nel corso del 2020.

    Proseguirà anche Artissima Experimental Academy, progetto formativo itinerante in collaborazione con Combo. Inaugurato a maggio a Venezia, a settembre a Milano e a brevissimo a Torino, mentre il terzo appuntamento con “Eyes, Come Back!” sarà guidato dall’artista iraniana Setareh Shahbazi e si svolgerà a porte chiuse negli spazi di Combo a Torino. Il workshop, aperto a una decina di studenti internazionali scelti tramite una open call avrà una forte componente laboratoriale e sarà orientato a un approccio pratico, basato sulla figura del trickster (l’imbroglione).
    Artissima e Juventus riconfermano per il secondo anno la loro collaborazione e presentano una nuova edizione di Artissima Junior interamente dedicata ai bambini tra i 6 e gli 11 anni. L’evento vede un duo di giovani artisti, Valentina Ornaghi e Claudio Prestinari concepire e guidare SOPRA SOPRA. Rompendo le convenzioni, gli artisti invitano i partecipanti a intervenire, sopra tavoli in marmo, disegnando con i colori a cera senza scarabocchiare ma seguendo regole precise.
    Galleria Cracco, progetto concepito dallo chef Carlo Cracco insieme all’agenzia di comunicazione Paridevitale e a Sky Arte per sostenere l’arte contemporanea italiana, presenterà la nuova installazione di Giovanni Ozzola che coprirà le lunette sopra le vetrine del Ristorante dello chef in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.

    Saranno quattro i quattro nuovi progetti in città e sul territorio piemontese: … ma l’amor mio non muore, una grande installazione dell’artista Marcello Maloberti all’hotel Principi di Piemonte di Torino dal 28 ottobre al 3 novembre 2019. Se il Vino sa di Tappo, secondo appuntamento di The EDIT Dinner Party diretto da Bruna Esposito che si terrà il 1 novembre 2019 alle ore 20:00 in via Cigna 104/a, Torino. The Italian Job visitabile dal 31 ottobre al 2 dicembre 2019 in via Lascaris 5 sempre a Torino, un omaggio promosso da Gruppo Building all’ononimo film girato a Torino. E ancora Love is the Message, the Message is Death di Arthur Jafa, pretestato dall’1 al 13 novembre a Palazzo Madama di Torino e Art Mapping Piemonte, che prevede la realizzazione di tre installazioni site-specific.

    Ultima modifica Giovedì 31 Ottobre 2019 16:06

    Da

    Vai Su