Messaggio
Mercoledì 31 Ottobre 2018 17:04

1918, la fine di un Mondo. Rassegna sulla Grande Guerra

  • Nell'anniversario della I Guerra Mondiale credo sia doveroso non solo illustrare le vicende storiche e belliche che hanno costellato i 3 anni della I Guerra Mondiale  ma soprattutto quelle umane.

    La sapienza, la pazienza e la sagacia con cui Egidio Rossi ha raccolto in 40 anni non solo le divise, gli elmetti, ma gli oggetti della vita quotidiana dei soldati, di tutti i soldati, indipendentemente dalla nazionalità o dal corpo di appartenenza ci aiuta a vedere la Grande Guerra  - e mi permetto di dire tutte le guerre – con occhi diversi.

    Con quelli degli uomini, prima ancora che soldati, che si trovarono coinvolti in qualcosa di  immensamente più grande di loro e della loro vita. 

    In qualcosa che nulla aveva a che vedere con quello che avevano vissuto sino a quel momento. La maggior parte arrivava dai campi, molti dalla fabbrica, quasi tutti non avevano ma preso in mano un fucile, quasi nessuno si era mai allontanato dalla sua casa e dai suoi affetti.

    Le loro vite furono stravolte, a molti la vita fu strappata ma in quelle trincee e sulle vette non dimenticarono mai che erano uomini. Magari “uomini contro” riprendendo il titolo del bellissimo film di Francesco Rosi ma sempre uomini.

    Con questa mostra non si vuole certo celebrare l’epopea di quel conflitto o ricordare la sua fine  - anche perché nel giro di pochi anni si riaprì un pagina ancora più  buia della nostra storia – ma vogliamo ricordare quello che ragazzi e uomini proprio come noi vissero cent’anni fa, tra le Alpi Retiche  il Carso. Chiamati a completare quel disegno che i padri del Risorgimento avevano sognato e disegnato.

    Questa mostra ci aiuta a farlo in modo egregio. E umano.

    Alessandro Battaglino 

    Info
    Parco "Gen. C. A. Dalla Chiesa" - Collegno (To)
    Dal 26 ottobre al 23 novembre 2018

    Da

    Vai Su